Album Pure Songs

 

Pure Songs
“Laura Lala Sade Mangiaracina”
Jazz Collection 2011
 
(presentato 02/2011 alla Casa del Jazz, Roma) 
 
Pure Songs è nato dalla collaborazione fra Laura Lala (cantante, autrice di alcune musiche e di tutti i testi) e Sade Mangiaracina (pianista ed autrice di alcune musiche), che hanno scoperto di condividere, oltre all’amore per il jazz e l’improvvisazione, la stessa passione per le “canzoni” e di attribuire grande valore al testo, alla sua interpretazione e alla sua composizione in siciliano, dialetto che appartiene alla cultura ed alle radici di entrambe, italiano ed inglese.
 

Pure Songs” perché da un po’ di tempo rifletto sul concetto di purezza, intesa come sincerità, onestà, che poi sono i regali più grandi che secondo me ci ha lasciato il jazz; ne ho parlato con Sade e dall’incontro con la sua musica questa idea è diventata un progetto. L’uso del dialetto siciliano non è frutto di una scelta razionale ma d’istinto, rappresenta l’identità.” 

Laura Lala

L’album di esordio, Pure Songs, è edito dall’etichetta indipendente Jazz Collection, a seguito del primo premio vinto dalla formazione all’interno del Saint Louis Jazz Contest 2008. Special guest dell’album è il pianista siciliano Salvatore Bonafede:

“Posso dirlo? Sono stufo dei progetti. La musica è filosoficamente inconoscibile, non un “progetto” che produca comunicati stampa di cui vantarsi, e trovare così qualche scrittura per una stagione, per poi essere dimenticato alla successiva. Pure Songs è una briciola di musica in un mondo spietato. Produce storie, storie vere, dure e pure. Quelle di chi ama questo linguaggio allo stato puro.”

Salvatore Bonafede

Le 11 tracce del disco:

La Varca uno scorcio di vita sul mare. Il punto di vista di chi pesca e di chi soccombe ed è pescato sotto lo sguardo sovrano dell’oro nero, mare che accoglie il rosso del sole al tramonto. (L. Lala)

The Right Key Non è facile comprendere e svelare certi sentimenti al momento giusto. (L.Lala)  

Bread Per definire una persona buona d’animo, si usa dire è un “pezzo di pane”. Il testo si riferisce ad un ragazzo siciliano. La parola bread oltre a significare pane nella lingua inglese, suona come il nome di un pianista che io e Sade adoriamo. (Testo Laura Lala Musica Sade Mangiaracina)

S’iddu moru nasce da una frase, che cito dal testo della Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni, che mi colpì al cuore per la sua bellezza e mi sembrò rispecchiare profondamente un modo di essere “siciliano”. Scrissi subito un giro armonico per poterla ricantare a mio modo. (L. Lala)

L’urtimu di l’urtimi l’ultimo giorno della vita, che può arrivare quando meno te l’aspetti e coglierti impreparato e nel pieno desiderio di vivere ancora. (Ci auguriamo arrivi almeno dopo i novant’anni!) (Testo L. Lala Musica S. Mangiaracina)

In the Night la paura di amare ed il desiderio di essere amati senza nessuna paura. (Testo L. Lala Musica S. Mangiaracina)

Idda la musica del grande pianista palermitano Salvatore Bonafede ha ispirato la storia che il testo di Idda (Lei) racconta, la storia di una donna che per sfuggire al padre si ritrova fra le braccia di un marito padrone. (Testo L. Lala Musica S. Bonafede)

Pardon romantico ricordo di un viaggio a Londra. (L. Lala)

Dear Music una sentita lettera di ringraziamento alla Musica perché impreziosisce le nostre vite. (Testo L. Lala Musica S. Mangiaracina)

Love la parola magica: love love love. Credo che oggi l’amore sia il vero atto rivoluzionario. (L. Lala)

Make us One Sade mi ha chiesto di scrivere per questa musica qualcosa che parlasse di noi due, ed io ho descritto, in una visione sognante, un viaggio ideale fatto in due. Viaggio verso la musica, verso la condivisione, verso un ideale, in fondo semplice ma davvero raro, al quale aspiriamo costantemente e non senza difficoltà: “Make us One even if we are two”. (Testo L. Lala Musica S. Mangiaracina)

Nel disco suonano:

Laura Lala, voce

Sade Mangiaracina, piano

Diego Tarantino, contrabbasso

Claudio Mastracci, batteria

Special Guests:

Salvatore Bonafede, piano e Fender Rhodes

Piero Delle Monache, sax tenore

Marco Spedaliere, sax soprano

Aggiungi ai preferiti : Permalink.